Mamma

Adriano a 19 mesi

adriano sorridente

All’inizio della maternità seguivo mese per mese quale dovrebbe essere lo sviluppo di Adriano. Leggevo sui diversi siti cosa doveva fare e come si doveva comportare un bambino a 3-4-5 mesi e se lui non faceva qualcosa dal grafico mi preoccupavo.

Andavo a leggere sul gruppo what-up delle mamma del corso pre parto diversi progressi dei loro bambini e se Adry non era ancora arrivato a quel punto mi facevo mille domande. Magari tante volte non vedevo ne anche quello che lui faceva rispetto agli altri.

Si! Ero consapevole di sbagliare però era più forte di me.

Quando lui ha compiuto 16 mesi, abbiamo perso quello che doveva diventare un suo fratellino o sorellina. Da li ho smesso di seguire quelli siti e ho iniziato a VIVERE il mio figlio giorno per giorno, ad essere felice per ogni suo progresso e a non dare peso a altro. Ho smesso di avere fretta. Farà di tutto prima o poi . Non si trova in una competizione e non voglio che lui veda la vita in questo modo! Sono felice per ogni momento che noi passiamo insieme e questa è la cosa più importante.

Cosa fa adesso, a 19 mesi?

Mi ama. Mi da un amore che non avrei mai immaginato: dei abbracci, dei baci, mi coccola. Mi prende la testa tra le sue manine e mi riempie di baci.

Se mi allontano da lui, mi recupera subito. mi prende dalla mano o dai pantaloni e mi porta dove gioca lui. A volte vuole farmi vedere qualcosa o ha bisogno di darli qualcosa (anche se non sa dirlo con le parole, si fa capire). A volte vuole solo vedermi lì, vicino a lui finché gioca.

Mi tira i capelli o le guance se non li do subito attenzione. Mi morsica.

Li piace giocare con i miei capelli. Li rompe uno a uno e gioca.

Quale è il suo piu grande cambiamento?

Ultimamente dorme meglio. Non si sveglia di notte (a parte ieri notte quando ha fatto una bella crisi di pianto e strilli a mezzanotte; chi sa perché).

Inizia ad avere degli orari, una sua routine. Va a letto alla serra quasi alla stessa ora (mezzora in più, mezzora in meno, me lo fa capire lui quando è arrivato il momento) e si addormenta in 15-30 minuti, a volte prima e anche da solo.

Ha fame a mezzogiorno e se succede per qualche motivo di non avere la pappa pronta, viene da me e mi tira dai pantaloni finché riceve il suo pranzo.

Di pomeriggio si addormenta sempre intorno alle 13.30-14.00. Ha i suoi tempi biologici. Inutile portarlo a letto prima. Finisce solo per diventare nervoso e cercare in tutti modi di evadere. Quando ha sonno va, si mette nel letto e dorme.

Qualche giocatolo di quale è affezionato?

Mah, giocatoli non direi. Si. Li piacciono i lego e i giochi Montessori, ma non tanto per costruire quanto per portare i pezzi da per tutto nella casa e sistemarli nel modo suo.

E’ però profondamente innamorato del suo sacco da letto. Non dorme senza di lui. Se lo tiene sempre stretto nel letto, alla mattina quando si sveglia, finché lo vesto, quando andiamo dalla pediatra. Calma i dolori.

Assomiglia di più a te o al suo papà?

Ecco, in tanti dicono che sarebbe la mia copia, ma di fisico, di carattere, gesti, io vedo sempre il mio marito.

Adriano vestito da tigre
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: