Health,  Lifestyle,  Mamma,  Vivere

La mia sfida della domenica

io in vestito giallo

Settimana 0

Da oggi si parte! Ho deciso di iniziare questa sfida: la sfida del positivismo e della gratitudine.

Perché questa sfida?

Non riuscivo più a vedermi nello specchio, non ero contenta di me e della mia vita. Per cambiare la mia vita dovevo partire da ME.

Mi sa che ho sempre fatto fatica ad abbracciare le cose positive. Era come se avessi avuto paura.

Eh si, mi sa che questa paura ce l’ho da sempre.

Mi ricordo quando avevo 9-10 anni. Ero la prima della classe, la migliore in musica, teatro, disegno, matematica, la più amata dai ragazzini e tutto questo mi faceva solo una grandissima paura. Vivevo con la paura e la convinzione che in qualche modo dovrò pure pagare tutti quelli doni. Ero sicura di dover pagare prestissimo con la mia vita per tutto quello che abbia ricevuto.

Sono cresciuta con la paura di dire ad alta voce di essere felice. Ci provavo in qualche modo ad attirare l’attenzione sulle cose negative della mia vita, su tutto quello che non avevo, non ero riuscita ancora a realizzare o avevo perso. Mi concentravo e ci provavo a sottolineare la parte brutta. Era come se volevo far capire a qualcuno che non ho tutto e che sto già pagando per quello che ho.

Mi fissavo ideali, a volte stupidi, e se non li raggiungevo mi maledivo il mio “brutto destino”. Se invece li raggiungevo mi dicevo che tanto era una cosa da nulla, senza importanza e che per essere felice dovevo andare un scalino più alto.

Ho imparato un po alla volta di evidenziare e di concentrarmi sulle cose negative, su quello che non ho, su quello che ho perso, non apprezzando più in pieno quello che avevo.

L’ho capito tardi però meglio tardi che mai.

In cosa consiste questa sfida?

Ci sto provando a vedere le cose da un altra prospettiva, a vedere la parte piena del bicchiere (che c’è sempre), di valorizzare ed amare me, di darmi un opportunità ed essere gratta di quello che ho e di quello che ogni giorni mi regala.

Ecco perché ogni domenica scriverò su quello che mi ha resi felice in quella settimana, su quello che ho visto e mi è piaciuto, su quello che sono riuscita a realizzare e sulle cose di quali sono grata. Ho l’intenzione di andare avanti per 15 settimane.

Perché ho deciso di condividere questa sfida?

  1. Se la condivido la devo portare alla fine.
  2. Nella mia situazione ci saranno anche altre persone. Magari ci sosteniamo e ci aiutiamo a vicenda.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: