Polpette di pollo e piselli

Il petto di pollo non manca mai dal mio carrello della spesa. Lo prendo sempre perché mi sembra la materia prima  magari più facile da trasformarla. Il petto di pollo mi salva sempre e non rischio di diventare noiosa nei miei piatti. Potrei prepararlo ogni giorno e sempre in modo diverso.

Non so come siete voi, ma a me non piace di ripetere spesso i miei piatti. Quello che veramente mi piace e mi colpisce lo rifaccio, ma deve passare un bel po’ di tempo prima di riproporlo. Ho sempre tantissime nuove idee e tantissime nuove cose che vorrei provare.

Visto che parlavo del petto di pollo avete già capito che oggi il protagonista è lui e per questa volta prenderà la forma delle polpette, che diventano sempre una buona scelta e che piacono sempre a tutti.

Polpette di petto di pollo

Polpette di pollo e piselli. Ingredienti:

  • 500 g petto di pollo
  • 200 g piselli (surgelati vano benissimo)
  • 2 uova
  • prezzemolo
  • 1 cipolla
  • 3 cucchiai parmigiano grattugiato
  • sale
  • pepe
  • 2 cucchiai olio extravergine di oliva

Per impanare:

  • 2 uova
  • 4-5 cucchiai pangrattato

Per friggere:

  • olio di semi

Polpette di pollo e piselli. Procedimento:

Pulite la cipolla e tritatela finemente. Fatela rosolare leggermente con 2 cucchiai di olio evo. Aggiungete i piselli. Salate e pepate. Coprite e lasciate andare al fuoco basso per circa 20 minuti, aggiungendo ogni tanto acqua calda.

Tagliate a fette il petto di pollo. Riscaldate una bistecchiera e cuocete il petto di pollo 2 minuti per parte. Fate raffreddare le fette di petto di pollo e li tritate con un robot da cucina finché ottenete un composto omogeneo che lo trasferite in una bacinella. Aggiungete il prezzemolo tritato, il parmigiano e le uova. Mescolate per bene tutto. Aggiungete i piselli. Aggiustate di sale e pepe e formate le vostre polpette.

Friggete le polpette in abbondante olio di semi finché avranno un colore dorato (circa 3-4 minuti). Scolatele bene e fattele asciugare su carta paglia o carta di cucina.

Sono buonissime sia come aperitivo insieme ad un bel bicchiere di prosecco fresco, sia come un secondo accompagnate di una purea di patate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *